Chi siamo

 

Il Coro Antica Eco di Puos d’Alpago è l’erede di una lunga tradizione corale, rinvigorita nel 1992 da un gruppo di giovani amici sotto la direzione di Alessio Lavina. La compagine fa il suo esordio pubblico come coro polifonico parrocchiale a quattro voci miste in occasione della messa di Natale di quell’anno: nel 2012 ha festeggiato dunque il ventennale della sua fondazione. A metà dell’anno successivo il coro tiene il suo primo concerto nell’antica chiesa di San Pietro della piccola frazione di Valzella. I primi anni sono comunque dedicati soprattutto all’animazione liturgica delle principali festività, con l’accompagnamento alle tastiere da parte di Lorena Barattin. Nel 1997, poi, l’ingresso di alcuni giovani di Farra d’Alpago - tra cui la nuova organista Laura Peterle - dà ulteriore impulso anche all’attività concertistica, che comprende tra l’altro la partecipazione al tradizionale Gran Galà di Natale 1997 a Puos.

Dopo la stesura del vero e proprio Atto costitutivo dell’associazione (17 maggio 1998), nel concerto di Farra d’Alpago del 9 gennaio 1999 il gruppo si esibisce per la prima volta con il nome attuale di Coro Antica Eco. Nel febbraio del 2001 ha quindi inizio l’annuale rassegna legata a San Valentino, co-patrono della parrocchia di Puos; l’evento, fin dall’inizio voluto ed organizzato dal Coro, maturerà nel tempo una crescente valenza culturale.

Negli anni successivi, spicca la bella trasferta canora dell’estate 2004 nella cittadina pugliese di Ostuni (BR), esperienza vissuta assieme al Coro Monte Dolada con il quale dal 1998 il Coro Antica Eco condivide la figura centrale del direttore, Alessio Lavina.

Per diversi anni dopo la sua fondazione il coro svolge le prove settimanali presso la sacrestia della chiesa parrocchiale; dall’agosto 2004 prende finalmente possesso della sua nuova sede, condivisa con gli amici del Coro Monte Dolada in una sala del vecchio Istituto Professionale, di proprietà del Comune di Puos d’Alpago. Sempre nel 2004, a fine novembre, prende l’avvio quello che diventerà un altro appuntamento tradizionale: la messa di Santa Cecilia animata congiuntamente alla banda comunale. L’anno seguente (2005), in occasione del V Concerto di San Valentino il coro riesce ad allestire un repertorio particolarmente impegnativo grazie all’ampliamento dell’organico, in particolare con un gruppo di coriste di Pieve d’Alpago molte delle quali entreranno da lì in poi a far parte integrante del gruppo.

Esperienza nuova e significativa è nel 2007-2008 la collaborazione con la Corale S. Marco di Venas di Cadore e con il Gruppo Vocale Regina Defensionis di Cortina d’Ampezzo: i tre cori riuniti danno vita al “Dolomiti Chorus”, arricchendo la propria esperienza ed ampliando le proprie possibilità esecutive.

Nel 2007 il Coro Antica Eco si dota anche di uno statuto ufficiale e di un regolamento; grazie a questo passo può costituirsi nel 2009 Associazione di Promozione Sociale (APS), iscrivendosi all’apposito registro regionale. Scopo statutario dell’associazione è quello di valorizzare e diffondere il canto popolare e polifonico, sacro e profano, oltre che di promuovere i valori culturali ed artistici della musica e del canto. Primo presidente della neonata APS è Stefania Canei, alla quale succede nel 2010 Stefano De Bona.

Il Coro Antica Eco è iscritto all’Associazione per lo sviluppo delle attività corali del Veneto (Asac) ed aderisce alle sue iniziative quali i corsi di formazione ed aggiornamento e progetti musicali come Venezia in coro e Dolomiti in coro. Negli anni più recenti il coro tiene diverse esibizioni in varie località della Provincia di Belluno e del Veneto. Nel 2011 ottiene inoltre il riconoscimento di “Gruppo musicale di interesse comunale e di interesse nazionale in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia”.

Nell’arco della sua storia ventennale, il Coro Antica Eco vede la partecipazione diretta di quasi ottanta coristi, sempre diretti con passione e dedizione dal maestro Alessio Lavina.